lettera a Cota

Gentile Presidente,

in relazione a quanto apparso sui principali quotidiani in merito alla scelta della Giunta Regionale di superare il progetto di insediamento della Città della Salute a Collegno e Grugliasco riteniamo opportuno fare alcune riflessioni.

Siamo consapevoli che questo è stato uno dei principali argomenti di confronto elettorale, raggiungendo anche picchi di inusuale scontro relativamente alla collocazione più che all’effettivo contenuto del progetto.

Tuttavia, facendo riferimento alla Sua manifesta volontà di “non sprecare quanto sinora è stato fatto prima di aver svolto un’attenta analisi”, è opportuno ricordare che le linee guida del progetto Città della Salute sono state frutto di un approfondito lavoro di analisi e studio, che ha portato ad escludere per motivazioni fondate altre ipotesi. Infatti uno degli elementi principali a sostegno di quella proposta è stata l’opportunità di inserire all’interno del disegno di “città metropolitana”, via via sempre più concreto, un importante polo non solo di cura, ma soprattutto di didattica, ricerca e di sviluppo per imprese ad alto contenuto di innovazione, mutuando l’esperienza di altre importanti città europee.

La zona ovest, e in particolare le nostre città, sono state coinvolte in un Piano Strategico, di cui il progetto di Corso Marche, con relative aree di sviluppo (Capitol e Alenia), la riqualificazione della Certosa di Collegno e il completamento del Polo Scientifico dell’Università a Grugliasco sono “tasselli” fondamentali e su cui occorre procedere celermente nella realizzazione.

Noi crediamo che, conclusa la fase elettorale, tutte le istituzioni responsabili dello sviluppo della Torino e del Piemonte dei prossimi 50 anni abbiamo il dovere di lavorare insieme per concertare le migliori soluzioni nell’interesse dei cittadini.

Confidiamo che Lei, in collaborazione con il Presidente Saitta e il Sindaco Chiamparino, si faccia promotore di un tavolo in cui potersi confrontare su questi temi, condividendo che la priorità è elaborare progetti condivisi e di respiro europeo, superando campanilismi anacronistici in favore di risposte efficaci ai bisogni che le nostre comunità e più generale il “sistema Piemonte” ci sollecitano.

Porgiamo distinti saluti.

Silvana Accossato,                    Marcello Mazzù

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 23 marzo 2012

    … [Trackback]…

    […] Read More: pdgrugliasco.it/?p=72 […]…

  2. 24 marzo 2012

    … [Trackback]…

    […] Informations on that Topic: pdgrugliasco.it/?p=72 […]…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *