La destra a Grugliasco predica bene e razzola male!

Una nuova casa di riposo per anziani con un massimo di 80 posti, a fronte dei 23 attuali, la possibilità di riqualificare in maniera più funzionale e valorizzante una importante zona del centro storico come quella in cui oggi sorge la Casa di riposo di via Perotti oggi gestita dalla Cooperativa San Cassiano, oltre a nuovi spazi e maggiori servizi per i giovani della città. Questo è quanto prevede la variante al Piano Regolatore con modificazione della destinazione d’uso dell’area su cui oggi sorge la casa di riposo e conseguente individuazione di un’area diversa su cui edificare una nuova residenza per anziani più grande e più congeniale. Si tratta dell’area ad ovest di corso M. L. King in corrispondenza di via Olevano, dove potrà essere realizzata la nuova struttura. Con le risorse che in questo modo verrebbero liberate, la parrocchia San Cassiano potrà realizzare nuovi spazi destinati ai giovani, come un nuovo oratorio. Tale progetto, che prevede quindi una variazione di destinazione d’uso per l’area dell’attuale RSA di via Perotti, consentirà di proseguire il percorso di realizzazione e razionalizzazione del sistema dei servizi sul territorio, rivolti sia alla popolazione in età avanzata con la nuova residenza più funzionale e capiente, sia ai giovani con il nuovo oratorio.
MA A TUTTO QUESTO L’OPPOSIZIONE HA DETTO NO.
NON HANNO PARTECIPATO AL VOTO NELL’ULTIMO CONSIGLIO COMUNALE IL PDL E IL GRUPPO GRUGLIASCO DEMOCRATICA, il gruppo che fa riferimento all’ex sindaco Mariano Turigliatto.
“Il Pdl dice che sta dalla parte di chi ha bisogno – commenta il sindaco Marcello Mazzù – ma poi non vota una nuova Rsa che permetterà di avere a disposizione un numero più adeguato di posti per anziani di cui c’è ancora tanto bisogno, visto che anche con la realizzazione di questa struttura non sia andrebbe a soddisfare completamente la domanda in tal senso e il Pdl, che governa la Regione Piemonte, dovrebbe saperlo. E proprio quelli che a parole, solo a parole, parlano dei bisogni dei giovani poi, all’atto pratico, non votano un documento importante che dà inizio a un percorso che porterà alla realizzazione di un nuovo centro di aggregazione per i giovani in città in una zona di nuova edificazione, un luogo aperto a tutti i ragazzi e le ragazze. Simili prese di posizione non fanno altro che allontanare i giovani dall’interesse per la politica: quando si tratta di fare qualcosa di concreto per loro, come in questo caso, per puro spirito di contraddizione gli esponenti del Pdl si tirano indietro e dimostrano di fare solo propaganda senza contribuire a fare qualcosa di concreto.

Predicano bene e razzolano male”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *