CONSEGNATI DAL SINDACO MAZZU’ 1000 EURO PROVENIENTI DA TRANSAZIONE GIUDIZIARIA

Il Sindaco di Grugliasco ha devoluto all’Itis Maiorana la somma di Euro 1000,00 per lo sviluppo delle azioni informatiche promosse dall’Istituto nel quadro delle attività del progetto di cooperazione decentrata “I COLORI DELLO SVILUPPO” a Gourcy in Burkina Faso.
Tale somma è il provento della transazione della causa promossa dal Sindaco e dalla Giunta comunale nei confronti del Signor M.T. in relazione alla lettera aperta del 9.9.2004 “al Sindaco Mazzù e all’Assessore Zucca” firmata dal Signor Mariano Turigliatto e da questi divulgata, con ulteriori affermazioni, anche ad organi di stampa, ritenute lesive della reputazione del Sindaco e dell’Amministrazione del Comune di Grugliasco.
A fronte della remissione della querela, come richiesto dalla parte offesa, il Signor M.T. si è impegnato a sottoscrivere la lettera di scuse al Sindaco e all’Amministrazione di Grugliasco, in allegato, e a versare a mezzo assegno bancario non trasferibile, intestato al Sindaco Dott. Marcello Mazzù, la somma di Euro 1000,00, che come da atto di transazione e quietanza, doveva essere integralmente devoluta in beneficienza ad Enti e/o associazioni individuate dal Sindaco e dall’Amministrazione comunale mediante versamento dell’importo corrispondente eseguito dal Sindaco medesimo.
Il 14 Marzo, nel corso di un incontro con gli studenti, le famiglie e i docenti dell’ITIS Maiorana tenutosi presso il Centro Civico Nello Farina, è stata effettuata la consegna dell’assegno, cogliendo l’occasione derivante dal ritorno della missione cui aveva partecipato una delegazione dell’istituto medesimo.
“Ho ritenuto opportuno dare diffusione di questa iniziativa e della remissione della querela perchè in questi giorni sono apparsi su alcuni blog e su social network alcune affermazioni ulteriormente false e lesive dell’immagine dell’Amministrazione, tese a riaprire una questione che ritenevo chiusa con la lettera di scuse. Dalla lettera, infatti, emerge chiaramente come né io né la Giunta ci siamo mai aumentati lo stipendio, tanto meno erano fondate le affermazioni relative alla destinazione delle somme incassate dalla transazione Le Gru”.
E’ spiacevole che nuovamente si affermino cose false, quali il fatto che le spese legali sono state sostenute dal Comune, che la lettera sia solo di precisazione e che il sindaco ha incassato l’assegno sul suo conto personale, confondendo pubblico e privato. La realtà dei fatti, nuovamente, è ben diversa e documentata. Le spese legali non hanno comportato oneri per il comune, mentre la lettera in maniera esplicita riporta le scuse per l’offesa alla reputazione personale, politica e amministrativa del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale. L’assegno, come da atto di transazione tra le parti, è stato intestato al sottoscritto che ha sì provveduto ad incassarlo sul suo conto personale, ma solo dopo aver operato la devoluzione in sede pubblica (vedesi articolo sul periodico Luna Nuova del 22 marzo 2011) affinché non si generassero in alcun modo dubbi e confusioni circa l’effettiva volontà di procedere al sostegno di un’attività meritoria promossa da un istituto scolastico cittadino.

Mi pare incredibile che nuovamente si voglia riaprire una questione chiusa, continuando a gettare dubbi e veleni sul Sindaco e sull’Amministrazione sprovvisti di alcun fondamento.

Il Sindaco
Marcello Mazzù

Clicca qui per leggere la lettera di scuse scritta da Mariano Turigliatto

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Storie di veleni industriali figli di una malapolitica che ha prodotto la devastazione e l

  2. I suoi occhi si erano trasformati una pozzanghera sporca di fango ed eye liner, nel quale tuffai i miei dubbi.

  3. avendolo visto con i miei occhi posso assicurarvi che l

  4. I suoi occhi si erano trasformati una pozzanghera sporca di fango ed eye liner, nel quale tuffai i miei dubbi.

  5. Dong Hipolito ha detto:

    I like this site very much, Its a very nice office to read and incur information. “Inflation is the one form of taxation that can be imposed without legislation.” by Milton Friedman.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *