Grugliasco Virtuosa: aliquota IMU tra le più basse d’Italia

Sono passati pochi giorni dalla scadenza della seconda rata dell’Imu, argomento controverso e dibattuto, che tocca da vicino tutti quanti possiedano a diverso titolo un immobile. La Città di Grugliasco ha le aliquote tra le più basse d’Italia e, ancora prima che il Governo definisse l’aliquota minima allo 0,4 per cento, ha deliberato che sulla prima casa il prelievo fiscale fosse dello 0,35 per cento, mentre sulla seconda dell’1 per cento. La detrazione per l’abitazione principale e le pertinenze è di 200 euro con una maggiorazione di 50 euro per ciascun figlio d’età non superiore a 26 anni e convivente. “Abbiamo cercato di mantenere bassa l’aliquota sulla prima casa, anche se non ci siamo riusciti completamente perché purtroppo lo Stato ci impone il 4 per mille per le case in cooperativa – afferma il Sindaco Roberto Montà – e abbiamo anche cercato di rendere più semplice il calcolo dell’importo da pagare istituendo il servizio IMUFACILE sul sito a fianco al normale servizio di sportello. Sicuramente l’Imu è un’imposta che ha pesato sui cittadini in un momento di crisi più generale, ma bisogna anche ricordare che è stata inventata per rimpiazzare l’Ici ed è una delle poche fonti di sostentamento dei Comuni che consente di mantenere servizi e fare interventi che, diversamente non sarebbero possibili. Forse, quando il Governo Berlusconi ha deciso di abolire l’Ici, avrebbe dovuto pensare alle conseguenze sui Comuni che, in gran parte, sopravvivevano grazie a quell’imposta”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *