Abbandono rifiuti, continuano i controlli sul territorio : in un mese 21 accertamenti e 6 sanzioni

Proseguono a ritmo elevato i controlli su tutto il territorio contro l’abbandono indiscriminato dei rifiuti. Gli accertamenti che vengono effettuati sono di diverso tipo, vengono effettuati dalla Polizia Locale, dalle Guardie ecologiche della Provincia e dall’Ispettore Ecologico del Cidiu e riguardano l’abbandono di rifiuti su area pubblica. Soltanto nell’ultimo mese e, soltanto attraverso i controlli della Polizia Locale, sono stati effettuati 21 accertamenti, che hanno portato a 6 sanzioni, di cui 3 in strada del Barocchio, una in via Pietro Micca, una in via Da vinci all’angolo con via baracca e una in via Cln, vicino al Bocciodromo. In tutti i casi si trattava di abbandono di rifiuti indifferenziati, provenienti da sgombero di cantine o da festeggiamenti, 4 di questi individuati tramite il sistema di telecamere collegato direttamente alla centrale della Polizia Locale e 2 attraverso indagine investigativa per individuare il responsabile dell’abbandono, tramite l’esame dei rifiuti abbandonati. «Purtroppo il fenomeno d e l l ’ a b b a n d o n o indiscriminato dei rifiuti è in continuo aumento ed è incomprensibile in una città dove c’è un Ecocentro ben organizzato, perfettamente funzionate e aperto sei giorni su sette compresa la domenica – afferma l’assessore all’Ambiente Luigi Turco – Continueremo a controllare e, dove è possibile individuare i responsabili tramite telecamere o indagini, a sanzionare, mettendo i cittadini, davanti alla propria responsabilità. Non è giusto, infatti, che tutta la cittadinanza, gran parte della quale effettua correttamente la raccolta differenziata, paghi la scarsa coscienza civica di chi non si cura di seguire le regole. Un ringraziamento particolare va alla Polizia Locale, alle Gev e all’ispettore ecologico per il lavoro che stanno svolgendo». A tal proposito si ricorda che l’Ecocentro comunale in via della Libertà 40 (angolo strada del Portone), è aperto il martedì e il giovedì dalle 8 alle 13,30; il mercoledì e il venerdì dalle 13 alle 18,30; il sabato dalle 8 alle 18 e la domenica dalle 8 alle 12 (lunedì chiuso). All’Ecocentro possono accedere i cittadini residenti a Grugliasco e la residenza dovrà essere dimostrata con un documento di identità. Al primo accesso verrà richiesto di compilare una scheda di iscrizione per essere inseriti nel database degli utenti. Successivamente, si potrà essere riconosciuti tramite la tessera magnetica del codice fiscale/tessera sanitaria. All’Ecocentro si possono portare: materiali recuperabili (carta, vetro, plastica, metalli, ecc…), rifiuti urbani pericolosi (solventi, vernici, pile, farmaci, neon, toner, ecc…), ingombranti, batterie al piombo, piccoli quantitativi di macerie (massimo 1 metro cubo), olii esausti provenienti da auto e moto, oli di frittura, RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche come elettrodomestici, TV, PC), verde e ramaglie, legno, contenitori etichettati “T” e/o “F”. Si ricorda, inoltre, che, nel caso di ingombranti che non si sia in grado di trasportare all’Ecocentro è sempre possibile prenotare gratuitamente il ritiro domiciliare, telefonando al numero verde del Cidiu dal lunedì al giovedì dalle 8,30 alle 16,30 e il venerdì dalle 8,30 alle 15 (800- 011651; indirizzo di posta elettronica: numeroverde@cidiu.to.it).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *