Nuova illuminazione in corso Allamano

Con il nuovo impianto si risparmia un terzo di energia

Nel tratto sul territorio di Grugliasco, che va da strada del Gerbido, subito dopo il centro Le Gru, all’ex stabilimento Bertone, spiccano le nuove illuminazioni. Via i pali rovinati dalla ruggine e piazzati tra il controviale e il viale del corso, i nuovi lampioni sono stati collocati sul marciapiede, rendendo non solo più sicuro camminare a piedi la sera, ma anche percorrere la strada in auto. Costo dell’operazione? Zero. «Perché se n’è fatta carico la Enel-Sole spa – spiega l’assessore Luigi Musarò -, piazzando 36 nuovi pali con 72 punti luce, ossia due per lampione». L’iniziativa è partita dalla società Enel-Sole con l’obiettivo di far conoscere e promuovere un tipo di illuminazione vantaggioso per i Comuni con grandi arterie di scorrimento. Tanto che i pali sono stati progettati proprio pensando a corso Allamano, e nei cataloghi sono stati chiamati «Sole-Gru». «Con questo progetto – continua Musarò – abbiamo una riduzione del 29 per cento dell’energia impiegata per illuminare il corso, ma nel contempo un’illuminazione a terra che è maggiore del 43 per cento». Insomma, bollette meno care e strade illuminate a giorno, evitando anche i black-out che oggi avvengono a causa dell’impianto vetusto. Per questo il Comune di Grugliasco ha deciso di sostituire tutti i pali della luce esistenti fino al confine con Rivoli. «A fronte di un investimento di circa 500mila euro – precisa l’assessore -, l’Enel-Sole ci ha chiesto 90mila euro, facendosi carico delle spese di rimozione dei vecchi pali, della sostituzione della rete e della posa nei nuovi. A noi sono rimasti da pagare solo i punti luce. E il risparmio energetico ci consentirà di non dover spegnere le luci, come spesso si vede». Quindi per loro un quinto della spesa per i lavori e un risparmio uguale sul costo energetico. «Inoltre – spiega il sindaco Roberto Montà -, questo è un primo passo verso il processo di riqualificazione del corso che vedrà la trasformazione della ex Bertone e della ex Abit. Per renderlo sempre più un boulevard vivibile e non solo una strada di attraversamento della città, bensì una delle sue porte di ingresso».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *