Una task force di 40 cittadini passa il bilancio ai raggi X

Patrizio Romano – LaStampa

Il bilancio? Facciamolo insieme. Questa la proposta del sindaco di Grugliasco Roberto Montà, che vuole formare un gruppo di lavoro di 40 cittadini, per analizzare voce per voce entrate e uscite. Un team scelto a caso, come avviene per gli scrutatori, e che verrà rinnovato annualmente.

I «magnifici 40»

Saranno selezionati per fasce di età: 9 dai 18 ai 30 anni, 9 dai 31 ai 40, 8 dai 41 ai 50, 8 dai 51 ai 60 e infine 6 dai 61 ai 70. «Per metà uomini e per metà donne precisa il sindaco -. Inoltre crediamo sia inopportuno vi siano consiglieri comunali o i loro parenti. Per avere voci fuori del coro». Per questo hanno deciso di non fare un bando. «Ci saremmo ritrovati o persone vicine a noi – ammette – oppure avversari. E sarebbe stato tutto inutile». Chi non vorrà partecipare, seppur chiamato, potrà rinunciare e sarà sostituito.

Un impegno gratuito

Non ci sono rimborsi o prebende – anticipa Montà -. Al massimo qualche vivanda durante la riunione». E gli incontri saranno al massimo due o tre al mese sino alla fine dell’anno. «Per questa volta – confessa – il bilancio da analizzare sarà già stato votato, ma sicuramente a settembre dovremo fare delle modifiche in corso d’opera». Dal prossimo anno, però, i cittadini ragioneranno sulle proposte. «Sarà un modo anche per smitizzare voci che circolano – dice -: dagli stipendi d’oro alle consulenze faraoniche». Per ora verrà messa in tutte le buche una pubblicazione che spiega il bilancio. «E ci sarà una mail per fare domande» dichiara Montà.

Trasparenza e chiarezza

«L’intento finale? Beh, avere un bilancio davvero trasparente – puntualizza – e che sia chiaro a tutti. Certo, sarà un impegno per i nostri tecnici che dovranno rendere intellegibile la delibera più ostica, ma centrale della vita di un Comune». Insomma, fare in modo che sia il più possibile simile al bilancio di una famiglia. Molto numerosa.

Uno su mille

Perché quaranta? Non certo per emulare i «saggi» che stanno valutando le riforme costituzionali a Roma, ma semplicemente un cittadino ogni mille, visto che Grugliasco ha 38.272 abitanti (di cui 32.062 elettori). «Gente comune che non intercettiamo confida -, mentre abbiamo incontri con gruppi portatori di interessi, dalle associazioni di categoria a quelle sportive o culturali, per capirci, ognuna attenta agli investimenti nel proprio settore. Noi, invece, abbiamo bisogno di un punto di vista neutro». Ed è quello che attendono dai 40. A loro il compito di passare ai raggi X il bilancio 2013 che pareggia a 45 milioni e che vedrà un aumento dell’Irpef per scaglioni ed investimenti per 1,8 milioni. Dovranno vagliarlo e giudicarlo e iniziare a smussarne gli angoli per chi arriverà dopo di loro.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *