Si avvicina la soluzione per salvare il sogno della casa per 30 famiglie

Patrizio Romano – LaStampa

Quattro palazzi e decine di famiglie con il fiato sospeso. Da un anno l’amministrazione di Grugliasco lavora per evitare che molti cittadini, che già hanno pagato buona parte dell’acquisto della casa, rimangano con un pugno di mosche in mano. «Tutto è iniziato a metà dell’anno scorso – spiega il sindaco Roberto Montà -, quando l’impresa costruttrice ha iniziato ad avere difficoltà e i cantieri si sono fermati». Tutti stabili tra via Leonardo da Vinci e via Fabrizio De Andrè. «Uno era quasi completato – aggiunge -, mancavano opere per 50 mila euro e ci siamo attivati, trovando un’altra ditta, la Ferreri, che li ultimasse».

Un altro palazzo, gemello del primo, è più indietro nei lavori. «Servivano interventi per quasi 400 mila euro – puntualizza Montà – e anche in questo caso l’impresa Ferreri è intervenuta per terminarli». E così, entro fine 2012, oltre venti famiglie hanno la loro casa. Ma poco distante vi sono due palazzi (uno in edilizia convenzionata e il secondo in edilizia privata) che sono solo degli scheletri di cemento o poco più. «E rischiavano di finire nella procedura concordataria – sostiene il sindaco -, insomma, famiglie che avevano investito fino a 160 mila euro per avere la casa dei loro sogni rischiavano di vedersi restituito il 10 o il 15 per cento».

Poco meno di una trentina di famiglie che da mesi vivono nell’ansia. Ma anche per loro sembra si veda la luce in fondo al tunnel. «Per lo stabile in convenzionata la ditta Ferreri subentra e termina le opere: una decina di mesi e gli alloggi saranno abitati – racconta -, mentre per quello in edilizia privata dei 26 appartamenti solo 10 sono stati opzionati e così invitiamo chi vuole comprare casa a Grugliasco ad approfittare di questa occasione». Un modo per investire, per far ripartire il cantiere e dare casa a chi l’aspetta da tempo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *