L’ABIT smentisce la chiusura a Grugliasco

REPUBBLICA
«La società Trevalli Cooperlat ha smentito, in una comunicazione arrivata in assessorato, l’imminente chiusura dello stabilimento Abit di Grugliasco ». Lo dichiara l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Gianna Pentenero che oggi risponderà in Consiglio regionale a un’interrogazione a risposta immediata sul tema.
«Dopo l’allarme lanciato nei giorni scorsi dal sindacato su una possibile interruzione della produzione nel mese di giugno – aggiunge l’assessore della giunta Chiamparino – abbiamo subito convocato le parti sociali,il comune di Grugliasco (nella persona dell’assessore al Lavoro Anna Cuntrò) e l’azienda. Quest’ultima non ha potuto essere presente, ma in una nota scritta ha definito privi di fondamento gli articoli di giornale in cui si fa riferimento alla chiusura del sito torinese. Ritengo comunque necessario dato che la vicenda si trascina ormai da diversi anni, che Cooperlat chiarisca in un prossimo incontro il proprio piano industriale, in modo da fugare i dubbi sul destino dell’impianto di Grugliasco e sul futuro occupazionale dei lavoratori. La Regione continuerà naturalmente a monitorare con la massima attenzione la situazione».
L’azienda lattiero casearia dal 2003 è di proprietà della cooperativa di Jesi. Fino al 2013 Grugliasco aveva 117 dipendenti, oggi ne ha circa 50 in cassa integrazione a rotazione (altri 50 sono stati licenziati dopo due anni di cassa integrazione straordinaria a novembre, 17 si sono dimessi).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *