Torino 2021. La riduzione delle disuguaglianze per la salute della città.

Di Pier Paolo Soncin, responsabile Forum salute Pd metropolitano.

Un percorso il più possibile condiviso per costruire un’idea di Città, una prospettiva di rinascita per Torino e per l’area metropolitana, in vista delle elezioni amministrative dell’anno prossimo. E’ l’obiettivo che si pone la segreteria metropolitana del Partito Democratico: il segretario Mimmo Carretta ha convocato i responsabili dei forum tematici, per chiedere un contributo di idee e linee guida che andranno a formare, insieme a tutte le interlocuzioni di queste settimane, il programma del Partito.

Come responsabile del Forum salute metropolitano ho voluto sottolineare l’assenza di una qualunque visione e azione sui temi della salute, che ha contraddistinto la (in)azione della giunta Appendino.

La promozione della salute abbraccia tutte le politiche e dunque serve uno sguardo complessivo che includa i temi dell’integrazione socio-sanitarie e di tutto ciò che contribuisce a garantire una buona qualità della vita dei cittadini.

La mia proposta è di partire da un tema condiviso da tutti e successivamente articolare le proposte dei vari forum. Ad esempio la riduzione delle diseguaglianze, il vero nodo da sciogliere di questo momento storico.

Uno strumento utile ad affrontarlo sono i piani di zona, che grazie ad indicatori predefiniti, individuano gli obiettivi generali e settoriali per la pianificazione locale in un’ottica di integrazione degli interventi nelle diverse aree: sociale, sociosanitaria, compresa l’area della non autosufficienza e sanitaria relativa ai servizi territoriali, ricercando l’integrazione delle politiche sociali con le politiche sanitarie e, allo stesso tempo, di queste con le politiche ambientali, urbanistiche, abitative, formative, occupazionali e culturali. Nei prossimi giorni ogni forum elaborerà le sue proposte e in seguito, tutti insieme, troveremo una sintesi. 

Per dare una nuova prospettiva di rinascita alla nostra Città capoluogo e a tutta la Città Metropolitana.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *